FOOD & BEVERAGE

Consulting Company

Business Plan Ristorante: la chiave del successo.

Tabella dei Contenuti

Perché ogni ristorante ha bisogno di un business plan?

Ora che hai deciso di metterti in proprio e aprire, rilanciare o espandere una attività nel settore food and beverage e proprio adesso che hai l’idea in testa e stai per metterti in gioco, prima che le emozioni prendano il sopravvento e cercare la location giusta fermati e fai il business plan e piano strategico ben strutturato che sono la chiave del successo.

Realizza prima il progetto sulla carta, secondo step e metodi. precisi, così potrai valutare se il tuo sogno soddisferà anche le tue aspettative di guadagno.

Cosa vedremo in questo articolo?

Esploreremo l’importanza del business plan che descriva in modo dettagliato il progetto e le strategie di marketing specifico nel settore ristorazione e come i nostri servizi di consulenza specialistica potranno aiutarti a realizzare i tuoi obiettivi nonché capirai meglio di quali informazioni e dati necessiti per scrivere il business plan. E vedremo come realizzare il business plan perfetto per il tuo ristorante.

Sarebbe da sprovveduto spendere i tuoi risparmi o chiederli ad amici e  famiglia solo per portare avanti una idea, diverso invece chiedere un prestito sulla base di un progetto ben studiato e con prospettive di crescita e guadagni ponderati.

Perché un Business Plan è Cruciale nel Settore Ristorazione?

Il settore ristorativo è noto per la sua competitività e dinamicità. Aprire un ristorante o far crescere un’attività food and beverage esistente richiede molto più di una passione per il cibo. Infatti, investire risorse, tempo ed energie per creare un business plan dimostra agli investitori, e a te stesso/a, che hai un piano aziendale professionale riguardo all’impresa ristorativa.

Questo documento incorpora la timeline del tuo ristorante, ed è importantissimo per il successo del tuo food & beverage business. La sua realizzazione richiede circa tre mesi di studio, e se hai già realizzato il primo layout conoscerai la metratura minima e gli spazi che necessita il format e potrai cominciare a cercare delle location.

Un progetto di gestione dell’attività ristorativa ben concepito ti offre:

  1. Visione Chiara: ti aiuta a definire la visione e gli obiettivi aziendali e sapere esattamente dove vuoi arrivare è essenziale per prendere decisioni informate.
  2. Analisi del Mercato: un’analisi di mercato dettagliata ti aiuterà a comprendere il pubblico target, i competitor e le tendenze del settore. Questa conoscenza ti permetterà di sviluppare una strategia di successo parametrata alle opportunità del tuo territorio.
  3. Pianificazione Finanziaria: un business plan solido include previsioni finanziarie, pianificazione dei costi e proiezioni di profitto. Questo vi permetterà di gestire le risorse in modo efficiente e di evitare sorprese finanziarie.
  4. Differenziazione: cun’analisi competitiva accurata potrai identificare opportunità di differenziazione che ti distingueranno dalla concorrenza.
  5. Attrazione di Investitori e Finanziamenti: se cerchi finanziamenti esterni o investitori, un business plan ben strutturato è fondamentale dimostra professionalità e serietà ai potenziali finanziatori.

Come redigere il business plan vincente di un ristorante? 

Un business plan ben strutturato per il settore ristorativo fornisce una visione chiara e dettagliata dell’intera attività, consentendo ai proprietari di ristoranti di comprendere meglio il mercato, pianificare in modo strategico e affrontare le sfide imminenti in modo proattivo.

Questo strumento è essenziale non solo per ottenere finanziamenti, ma anche per guidare con successo l’azienda verso il successo nel competitivo mondo della ristorazione.

Quali sono gli elementi chiave di un modello di ristorante efficace? 

  • permette di acquisire la piena consapevolezza di quello che andrai a sviluppare; 
  • è un trailer di quello che andrai a realizzare compresi aspetti che non avevi minimamente considerato o che non ne conoscevi l’esistenza;
  • sviluppa i dettagli fondamentali, come il posizionamento del marchio, il concept del ristorante, il menù, la strategia di pricing elementi essenziali per il successo;
  • è la scelta del food concept da realizzare e la definizione del target (la personas), le tendenze di consumo, la strategia sarà rivolta proprio a loro;
  • la stesura del menù in maniera tale da calcolare il food cost, scegliere i fornitori e stillare la lista  delle attrezzature e il capitolato; 
  • scelta del numero minimo di coperti, della possibilità di asporto per poter raggiungere il punto di pareggio;
  • sviluppo di primo layout con distribuzione di arredi e attrezzature, tutto in funzione del menù;
  • permetterà di redigere un capitolato di tutti gli acquisti da affrontare e dare una cifra esatta all’investimento;
  • analizzerai la concorrenza: cosa sbagliano i tuoi futuri concorrenti? Che cosa invece funziona bene?
  • ti aiuta a distinguersi sul mercato e a sviluppare strategie di marketing mirate;
  • una ricerca di mercato utilizzando diverse fonti, come sondaggi, interviste, statistiche e dati demografici;
  • è importante essere costantemente aggiornati sulle ultime tendenze del settore e sulle novità in termini di prodotti e servizi offerti dalla concorrenza;
  • a seconda della tipologia di attività ristorativa che intendi realizzare, e dallo studio dei competitor, dovrai stimare le entrate, le spese, budget e la previsione dei flussi di cassa;
  • identifica le risorse necessarie per avviare e gestire con successo il ristorante (personale, le forniture, le attrezzature, la logistica, i software e altro ancora);
  • assicura un uso efficiente delle risorse disponibili.

Che cos’è un business plan per il settore ristorativo? 

Un business plan per il settore ristorativo è un documento dettagliato che descrive in modo organizzato e completo tutti gli aspetti chiave del lancio dell’attività. Approfondiamo che cosa dovrebbe contenere un business plan fatto bene. Un piano aziendale di ristorazione preparato nei dettagli comprensivo di una analisi swot su chi lo gestisce può convincere più facilmente gli investitori.

Ecco le sezioni che ti ritroverai a sviluppare:

Premesse

  • Sommario esecutivo: una breve panoramica del ristorante, dei tuoi obiettivi principali, del posizionamento nel mercato, e delle proiezioni finanziarie.
  • Descrizione dell’attività ristorativa: una presentazione dettagliata della tipologia del food concept, dell’ambiente, del pubblico di riferimento e della posizione.
  • La comprensione se il progetto è centrato su dei trend in crescita.

Analisi di Mercato

  • Effettuare un’analisi di mercato: un’analisi efficace e dettagliata del mercato locale, inclusi dati demografici, trend di consumo e analisi della proposta di valore della concorrenza, aiuta a definire il target di riferimento e a creare una strategia di marketing efficace che considera gli elementi che funzionano e quelli che penalizzano.
  • Identificazione del target di riferimento e la raccolta di dati affidabili tramite sondaggi e statistiche di mercato. L’analisi e l’interpretazione dei dati consentono di estrarre informazioni significative per lo sviluppo di un piano d’azione mirato a sfruttare opportunità e mitigare rischi.
  • Proiezioni delle Vendite: l’anali al punto precedente permetterà di elaborare una previsione prudente ma affidabile delle vendite dovrebbe includere le proiezioni per il primo anno su base giornaliera, settimanale, mensile e annuale.
  • La geolocalizzazione: indica la location e l’ubicazione, città o quartiere in cui intendi operare e perché hai scelto quella zona in funzione del target di clienti e del bisogno che andrai a soddisfare.

La Persona al timone

  • Analisi S.W.O.T. Imprenditore: descrizione dei risultati che vuoi raggiungere e, su quali attitudini, risorse e competenze puoi far davvero affidamento per ottenere quel risultato. Questa analisi permetterà di comprendere se e su quali ambiti dovrai appoggiarti all’esterne nonché comprendere le opportunità e minacce correlate.

Concept e Format

  • Offerta food & beverage: ovvero il menù e prodotto da vendere che assieme ai servizi, porterà sia i ricavi all’azienda che la generazione dei costi correlati per produrli (investimento in attrezzature ecc.), in acquisto di fornitura degli ingredienti, personale, di promozione per venderli nonché la stima di tutte le altre spese.
  • Planimetrie e layout: includere una bozza di distribuzione di arredi e attrezzature, una pianta della zona di preparazione (o cucina) ti darà un’idea precisa sia dell’investimento da affrontare, della metratura necessaria (in rapporto tra quanto la struttura ti permette al massimo di fatturare e i costi fissi da sostenere). E una simulazione di come i tuoi clienti e dipendenti saranno in grado di muoversi nei locali.
  • Design e arredi: includi foto o rendering (se ha già un design di interni) con rappresentazioni grafiche di come sarebbero distribuiti gli arredi (sedie banconi ecc.) o gli spazi come la zona di preparazione (laboratorio o cucina). Infatti, aiuterà te e/o gli investitori a visualizzare il progetto di cui sei così appassionato e dimostrerà che hai fatto il possibile per la tua ricerca e preparazione. 

Marketing e comunicazione

Questa sezione comprende tecniche e strategie per il settore food & beverage e dovrà considerare l’analisi del mercato, la definizione del target di riferimento, il posizionamento del brand, la strategia di marketing e le previsioni di fatturato. A esempio, se i dati mostrano che il target del ristorante è giovane, la strategia potrebbe comunicare nei canali dove sono presenti e promuovere eventi e offerte per loro.

  • Studio dei competitor: permetterà di capire il marketing mix che funziona e cosa invece porta scarsi risultati.
  • Il posizionamento di un brand si riferisce alla percezione che i consumatori hanno dell’azienda in confronto ai suoi concorrenti. Nel food & beverage marketing, il posizionamento del brand è fondamentale e dipende da vari fattori come la comunicazione, l’immagine coordinata, la qualità dei prodotti, il servizio, l’ambiente del locale, il rapporto qualità-prezzo, la reputazione e le iniziative sociali. Per definire il posizionamento del brand, è essenziale comprendere le caratteristiche del mercato e le aspettative dei consumatori.
  • Strategia di marketing e comunicazione: una strategia completa per comprendere come ti distinguerai dai tuoi concorrenti, e capire come poter attirare i clienti in target , promuovere l’attività ristorativa, gestire il servizio al cliente e creare un’esperienza gastronomica in funzione della tipologia di Concept (una gelateria non offrirà mai lo stesso servizio di un cocktail bar). 
  • Social media: i social network come Facebook, Instagram e TikTok sono ottimi strumenti per acquisire e fidelizzare i clienti, comunicando in modo efficace i valori del brand e intrattenendo la propria community con contenuti innovativi di valore.
  • Google Maps: da curare, aggiornare e ottimizzare e, gestendo al meglio le recensioni, è possibile acquisire molti nuovi clienti.
  • Fidelity, App, WhatsApp: sono strumenti di marketing per promuovere il proprio locale: Invio di offerte speciali agli aderenti; Invio di eventi; Invio di notizie; Invio di consigli e ricette. In questo modo, è possibile creare una relazione di fiducia con i clienti e promuovere le iniziative.
  • Sito web: il sito dell’azienda ristorativa è uno strumento secondario. Se esistente deve avere le funzionalità basiche di prenotare online, ordinare il servizio di delivery o asporto.

Operativa

  • Pianificazione operativa: crea un elenco su come l’attività funzionerà giorno per giorno, inclusi gli orari di apertura, il personale, le procedure operative e la gestione delle forniture.
  • Tecnologie: oggigiorno la gestione di un’attività ristorativa (e il suo controllo) sono supportati da soluzioni tecnologiche veloci, utili e innovative.
  • Gestione delle risorse umane: la struttura organizzativa, le responsabilità del personale, i piani di formazione e le politiche di gestione delle risorse umane. La produttività oraria andrà rapportata ai coperti e all’incidenza del costo del personale sulla stessa.

Economico Finanziaria e Patrimoniale

  • Spese Iniziali: motiva l’importo richiesto per avviare il progetto, identifica le principali spese (attrezzature, beni strumentali, location ecc.) e considera una componente pubblicitaria per la start up. E considera il capitale circolante, essenziale per i primi mesi di attività, che potrebbero essere i più cruciali.
  • Previsioni di vendita: tutte le informazioni che verranno inserite qui dovranno essere il più reale possibile e dovranno fari riferimento almeno al primo anno di vita dell’attività basandosi sul benchmark dei competitor studiati nella fase precedente.
  • Pianificazione finanziaria: argomento ai più sconosciuto, le proiezioni finanziarie, budget previsti, stime dei costi operativi, entrate attese, margini di profitto e strategie per la gestione delle finanze.  Dopotutto, non importa quanto sia appetitoso il cibo e quanto ragionevole sia la valutazione del mercato, un’azienda deve fatturare ed essere in attivo, importante in primis per te e per gli investitori.
  • Grafici finanziari: documenti finanziari di supporto, come il flusso di cassa  e un conto economico previsto, conto profitti e perdite previsto
  • Budget: utilizza una previsione di budget per mostrare a te stesso e agli investitori quanti soldi ti aspetti di guadagnare o perdere prima della fine del tuo primo anno. Ciò dovrebbe basarsi sulle previsioni di vendita e sui costi previsti per il food business, sia per l’apertura del ristorante che per la sua gestione durante i primi tre anni.
  • Break even Point: guardiamo dritto il numero che emerge dalll’analisi del punto pareggio È un numero fattibile? Il calcolo del pareggio proietterà la soglia da raggiungere nel tempo e nelle vendite per ripagare investimenti e costi di avvio, raggiungendo così la redditività. Mostra agli investitori come hai raggiunto il punto di pareggio. 

Implementazioni

  • Piani di crescita e sviluppo: piani futuri per l’espansione del ristorante, l’aggiunta di nuovi servizi o prodotti, l’apertura di nuove sedi e altre opportunità di crescita magari in franchising.

A chi devo rivolgermi per realizzare un business plan professionale per la mia attività food and beverage?

Nel mondo della ristorazione la realizzazione di un piano aziendale è spesso sottovalutata, sia per motivi di cultura che per la difficoltà a trovare dei professionisti capaci di realizzare un dettagliato piano d’impresa.

Come realizzare un business plan ristorativo di successo? Un business plan completo e chiaro è essenziale per ottenere investimenti, sia redatto da un esperto come un commercialista o un consulente del settore ristorativo, che può analizzare budget e costi, oppure realizzato direttamente dal proprietario. Quest’ultimo deve includere tutti gli elementi chiave dell’attività e può richiedere tempo e impegno.

Pertanto puoi farlo direttamente te in totale autonomia se hai molto tempo, costanza, e possiedi tutte le competenze; tieni presente che servono competenze trasversali e pertanto le seguenti figure professionali:

  • Food and beverage manager: figura specializzata nel settore ristorativo che ha una conoscenza operativa a 360 gradi dell’azienda ristorativa per definire il menù, le operazioni tipiche compresa la valutazione dei fornitori e i calcoli del food cost;
  • Interior design/architetto: per realizzare il layout dei locali, scegliere i fornitori di arredi, attrezzature nonché stimare l’investimento e le pratiche autorizzative;
  • Consulente di comunicazione e marketing: per delineare i food trend, la strategia e il piano operativo per la promozione sulla base del target di cliente
  • Consulente aziendale: figura di consulente esperto in contabilità e controllo di gestione, in start up e budget nonché per la scelta della forma giuridica, per calcolare il conto economico, stato patrimoniale, flussi di cassa e punti di pareggio soffermandosi con più precisione sui costi e previsioni di budget.

Prendi sul serio la ricerca finanziaria, di mercato e di settore, avrai un documento perfettamente rispettabile che sarà determinante per il successo del tuo locale.

Perché Scegliere i Nostri Servizi di Stesura di Business Plan?

I nostri piani di sviluppo dell’azienda ristorativa sono progettati appositamente per il settore food & beverage e offrono numerosi vantaggi in quanto disponiamo delle risorse necessarie professionali:

  1. Esperienza Settoriale: il nostro team di esperti comprende a fondo il mondo della ristorazione e ha lavorato con start-up e aziende consolidate nel settore.
  2. Pianificazione Personalizzata: ogni business plan è su misura per le vostre esigenze specifiche, tenendo conto del vostro concept, posizionamento, e obiettivi.
  3. Analisi Competitiva: utilizziamo l’analisi competitiva per identificare le vostre opportunità di differenziazione e sviluppare strategie vincenti.
  4. Pianificazione Finanziaria: le nostre proiezioni finanziarie dettagliate vi daranno una visione chiara delle vostre prospettive finanziarie e vi aiuteranno a garantire la sostenibilità del vostro ristorante.
  5. Servizi di Tutoraggio: non ci limitiamo alla stesura del business plan. Offriamo anche servizi di tutoraggio per aiutarvi nell’implementazione pratica delle vostre strategie.

Conclusione

Un business plan professionale è la base per il successo nel settore ristorazione, sia che siate all’inizio del vostro percorso imprenditoriale o vogliate far crescere la vostra attività esistente. I nostri servizi di stesura di business plan offrono il supporto e l’esperienza necessari per trasformare la vostra visione culinaria in una realtà di successo. Contattateci oggi stesso per iniziare il vostro viaggio verso il successo nel settore ristorazione. Siamo qui per aiutarvi a realizzare i vostri sogni gastronomici!

Cliccate qui per scoprire come possiamo aiutarvi a realizzare il vostro sogno culinario. Mettiamo a vostra disposizione l’expertise necessaria per il successo del vostro ristorante. Non lasciatevi sfuggire questa opportunità!

PARLACI DEL TUO PROGETTO

Compila il form con i tuoi dati, e sarai ricontattato

Author picture

Benvenuto!

Sono Luciano Pesce, autore di HOWIT™, il blog italiano sulle migliori strategie per l’imprenditore food & beverage che contiene spunti sul settore! Oltre al blog, forniamo:

Luciano Pesce

HOWIT™ è una società di consulenza operativa fondata da Luciano Pesce e specializzata nell‘ideazione, sviluppo e valorizzazione di attività nel settore Food & Beverage, con un focus particolare sul replicare in franchising un format e sulla durabilità nel tempo. Siamo esperti nella creazione di concept innovativi per la ristorazione, tra cui wine bar, birrerie artigianali, pub, bar e ristoranti, offrendo diverse formule di promozione sul mercato, dal franchising al licensing, nonché partnership in joint venture e concessioni di vendita.

A differenza di altre realtà di consulenza nel settore Food & Beverage o consulenti multi-settore per il franchising, che si concentrano esclusivamente sul proprio compito specifico, noi abbiamo una visione globale ed esperienza approfondita di tutti gli aspetti del business. 

Ci dedichiamo con passione alla valorizzazione a 360° del settore Food & Beverage.

Offriamo supporto a tutte le aziende, sia piccole start-up che realtà consolidate, per lo sviluppo e la realizzazione di locali/punti vendita o di nuovi concept, fornendo un servizio completo “chiavi in mano” che parte dall’idea di business. Affianchiamo le aziende con il nostro metodo IDEAZIONE – PROGETTAZIONE – SVILUPPO – CONTROLLO, fornendo un tutoraggio basato sul nostro approccio di Temporary Manager. Il nostro obiettivo è garantire il tuo successo e il recupero dell’investimento il prima possibile.

In Italia, tra coloro che ci osservano, siamo riconosciuti come leader nella consulenza operativa specialista per il franchising nel settore Food & Beverage. Il nostro approccio unico e distintivo è ispirato dall’espressione “How Italian?”. Questo termine sottolinea la nostra diversità e unicità.